Vietato portare il cane fuori dopo le 22 causa coprifuoco

·2 minuto per la lettura
dopo le 22 no passeggiata cane
dopo le 22 no passeggiata cane

Che la situazione in Italia a causa del Coronavirus fosse grave, lo sapevamo. Un’occhiata ai dati di oggi, 5 Novembre, ce lo conferma: nuovo record di contagi con 34.505 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, e 445 decessi. Con una situazione del genere era più che normale aspettarsi un nuovo Dpcm, firmato ieri, e che entrerà in vigore a partire dalla giornata di venerdì 6 Novembre. Quello che invece lascia piuttosto perplessi e smarriti, è il fatto che, con l’entrata in vigore del nuovo Dpcm, non si possa portare l’animale domestico a fare i proprio bisogni dopo le 22.

Si può portare fuori il cane?

A partire da domani, in tutta Italia entrerà in vigore il nuovo Dpcm, firmato dal presidente del Consiglio, nella giornata del 4 Novembre, che dividerà l’Italia in regioni di diverso colore in base alla gravità della situazione dettata dal Covid.

E proprio con l’attuazione del coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino, misura presente nel decreto, da domani sera, sarà vietato uscire con il cane, dopo le 22, anche per fargli fare i bisogni. Insomma il cane è da portare per la passeggiata serale prima che inizi il coprifuoco. Misura quanto meno ambigua, visto che nemmeno nel periodo primaverile, quando il lockdown era stato più stringente, tale restrizione era stata posta in essere. Tra l’altro, la norma non sarà applicata solo alle regioni “rosse”, ma sarà applicata in tutta Italia. Viene quindi da domandarsi quantomeno la motivazione di tale scelta.

Se si dovesse violare il coprifuoco per portare l’amico Fido ad espletare i bisogni, la multa avrebbe un importo minimo di 400 euro, in quanto la pipì del nostro amico a 4 zampe non rientra nelle “comprovate esigenze” previste dal Dpcm, per la quale è possibile violare il coprifuoco.

La passeggiata con gli amici a quattro zampe è invece consentita durante le ore diurne, anche nelle cosiddette zone rosse, purché muniti di autocertificazione.