Vigilanza Rai boccia risoluzione su Conte al Tg1

webinfo@adnkronos.com

Stamattina si è riunito l’ufficio di presidenza della commissione di Vigilanza Rai che doveva decidere sulla opportunità di una risoluzione per impegnare il Cda Rai ad attivarsi presso il direttore del Tg1 al fine di "procedere all’immediato riequilibrio dell’informazione", a seguito dell’intervista del 16 ottobre scorso al premier Conte nello speciale Tg1. La maggioranza, però, ha votato per non procedere alla formulazione della risoluzione che, quindi, è stata bocciata.  

Le cose, a quanto si apprende, sono andate così. Questa mattina all’ordine del giorno della commissione c’era il voto sulla proposta di risoluzione avanzata da Lega, Fi e Fdi. Ma nell’Ufficio di Presidenza, che ha preceduto la plenaria, è stata esaminata anche la possibilità di scrivere una lettera condivisa all’Agcom dove ciascun partito potesse mettere in fila i propri specifici rilievi sul mancato equilibrio dell’informazione Rai.  

Dopo un po’ di dibattito la Lega ha chiesto, invece, di votare in commissione plenaria la proposta di risoluzione. A quel punto la richiesta della maggioranza è stata quella di votare sulla improcedibilità. Un voto nel quale ha prevalso, riuscendo così a stoppare l'iter stesso del provvedimento. Ed è in seguito a questo che la riunione plenaria è stata sconvocata.  

Resta comunque in piedi la possibilità che la Vigilanza scriva una lettera condivisa all’Agcom nei prossimi giorni.