Vigile del fuoco salva bambina in aereo: stava soffocando

Aereo bloccato a terra
Aereo bloccato a terra

Un vigile del fuoco di 33 anni, mentre era in volo nel suo primo giorno di ferie, è intervenuto subito per salvare una bambina di 11 anni con evidenti difficoltà respiratorie. La madre, accortasi delle condizioni della figlia, aveva chiesto aiuto. Francesco Aiello si stava recando dalla sua famiglia a Palermo, ma presta servizio a Gorgonzola, alle porte di Milano.

Vigile del fuoco salva bambina in aereo: l’accaduto

Secondo una prima ricostruzione, la madre della bambina ha prima chiesto aiuto allo steward che, a sua volta, si era rivolto ai passeggeri a bordo per sapere se ci fosse un medico. Il vigile del fuoco, dal canto suo, grazie ai corsi di formazione di primo soccorso seguiti, è intervenuto senza pensarci due volte.

Ha praticato, per i primi due minuti, le manovre di rianimazione pediatrica salvandole la vita. Ad aiutarlo sul volo per Palermo, come riportato da Prima LaMartesa, è stato il collega Giacomo Cavarretta, in servizio a Saronno dal 2006.

Le dichiarazioni del vigile del fuoco

Francesco Aiello ha 33 anni ed è padre di un bimbo di 2, mentre la moglie è incinta del secondogenito. Ha raccontato che la bambina fosse esanime e, in quello stato, faceva impressione. “C’era qualcosa che le ostruiva la respirazione, perciò ho iniziato le manovre di rianimazione pediatrica con il massaggio cardiaco. Poi, con il collega, l’abbiamo adagiata a terra in modo tale che il capo potesse rimanere in una posizione neutra, così da rendere accessibili ulteriormente le vie respiratorie”.

A quel punto, è stato Giacomo Cavarretta a proseguire con il massaggio cardiaco. Nel frattempo, i passeggeri a bordo sono rimasti in attesa, nella speranza che la bambina potesse riprendersi.

Aiello dichiara che si sono sentiti osservati ma, per concentrarsi sulla bambina, si sono estraniati. Dopo due minuti la piccola è tornata a respirare grazie al loro intervento tempestivo.