Vigile suicida, sindaco: cittadini di Palazzolo sono sconvolti

Red-Alp

Milano, 4 feb. (askanews) - "Sento quanto avvenuto questa notte come uno dei più grandi fallimenti umani e professionali da quando sono sindaco. Non aver capito o interpretato segnali, ammesso ce ne siano stati e non essere riuscito a intervenire con un supporto lascia tanta disperazione e amarezza. Purtroppo le motivazioni di un gesto tanto drammatico ormai le può conoscere solo Gian Marco e per rispetto a lui è inutile e insensato fare congetture. Rimane il ricordo per un uomo di valore che ha sempre cercato di onorare la divisa che indossava, senza mai cercare scusanti ma assumendosi in pieno le sue responsabilità. Sempre corretto e disponibile con i colleghi e con la cittadinanza. Forse sensibile a tal punto da non aver retto la sofferenza che probabilmente per varie ragioni portava dentro di sé. Chi lo conosceva sa che queste non sono parole di circostanza ma vere e sinceramente sentite. Una tragedia che lascia tutti noi a Palazzolo sconvolti e con una tristezza immensa nel cuore. Ci stringiamo nel dolore ai famigliari, amici e colleghi. Riposa in pace caro agente Lorito". E' quanto si legge in una nota diffusa da Gabriele Zanni, sindaco di Palazzolo sull'Oglio, comune del Bresciano dove prestava servizio e dove si è ucciso la notte scorsa, un agente della polizia locale di 43 anni.