Vigili del Fuoco, nel 2019 oltre 45.600 interventi

webinfo@adnkronos.com

Quattro dicembre, Santa Barbara patrona dei Vigili del fuoco. La Santa Patrona che rappresenta la capacità di affrontare il pericolo con fede, coraggio e serenità viene festeggiata dal personale in tutti i comandi e distaccamenti d’Italia. La giornata di oggi anche l’occasione per trarre un bilancio dell’attività svolta nell’ultimo anno. Dal 1° dicembre 2018 al 30 novembre 2019 nel Veneto sono stati 45651 gli interventi dei Vigili del fuoco a fronte di 56859 squadre intervenute. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente c’è stata un aumento pari a 2215 interventi in più. Mediamente ogni giorno i vigili del fuoco intervengono in Regione 125 volte con la presenza di 155 squadre. Sono stati 10796 gli interventi del comando di Venezia a seguire il comando di Treviso con quasi 6000 interventi, Padova, Vicenza e Verona con poco più di 5600, Belluno con 4806 e Rovigo con 3034.  

Gli incendi sono stati 7188 con un incremento di 595 interventi in più rispetto al periodo annuale preso in esame. Tra gli incendi più importanti a maggio il rogo della Sefi Ambiente di San Dona e a luglio della Isello vernice di Brendola. Quasi 7000 gli interventi per soccorsi e salvataggi tra cui rientra l’attività di ricerca persone secondo i piani delle prefetture. Sono state 365 le attività di ricerca persone nel Veneto con un incremento di 18 interventi rispetto allo stesso periodo precedente di 12 mesi. Attività di ricerca e soccorso complessa con l’attivazione di molteplici squadre, nuclei specialisti quali il reparto volo, sommozzatori, nuclei cinofili, operatori Tas (Topografia Applicata al Soccorso e SAF (Speleo alpini Fluviali) e volontari. Incremento anche per gli interventi di incidente stradale pari 4038 interventi rispetto 3721 dei dodici mesi precedenti. 

Tra le attività della direzione interregionale dei Vigili del fuoco del Veneto e Trentino Alto Adige con a capo Loris Munaro il coordinamento dei 7 comandi provinciali, la gestione della colonna mobile regionale, del nucleo elicotteri di Venezia dei sommozzatori sempre della città lagunare e di Vicenza sede degli speleo sub della macro area Nord. Tra i compiti della direzione interregionale l’esame delle istanze di deroga alle normative vigenti antincendio: 152 quelle esaminate nel 2019 dal comitato tecnico regionale.  

Inoltre una volta il mese si è riunito anche il comitato tecnico regionale per l’esame della direttiva Seveso, che in Veneto riguarda 55 attività a rischio d’incidente rilevante. Firmate nel corso dell’anno due convenzioni operative regionali tra i Vigili del fuoco e la Capitaneria di porto e la Guardia di finanza. La prima convenzione stipulata con la Capitaneria di porto per implementare e ottimizzare la collaborazione in caso di ricerca e salvataggio di persone, lotta agli incendi e soccorso tecnico urgente in mare e nei porti. Quella con la Guardia di finanza di sperimentazione di interscambio formativo, che porterà prossimamente a una convenzione nazionale.