Vigilia di voto per Quirinale, molti incontri in agenda

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 gen. (askanews) - La vigilia del primo voto per il Quirinale è una lunga giornata di incontri. Dopo il "passo indietro" di ieri sera di Silvio Berlusconi, che teneva bloccati i giochi, i partiti possono iniziare a confrontarsi, alla ricerca di un nome quanto più possibile condiviso. Almeno questa è l'intenzione che un po' tutti, ufficialmente, esprimono. Il tutto con l'"ombra" di Mario Draghi sullo sfondo, l'unico al momento "candidato" (non ufficiale) in campo.

Questa mattina alla Camera tornano a vedersi il segretario del Pd Enrico Letta, il leader del M5s Giuseppe Conte, il ministro della Salute Roberto Speranza. Possibile, in giornata, anche un nuovo colloquio di Matteo Renzi con lo stesso Letta, che alle 17 riunisce i grandi elettori Dem. Fissata alle 15, invece, l'assemblea di Leu.

Non escluso un faccia a faccia, che potrebbe essere decisivo, tra Letta e Matteo Salvini.

In serata, alle 21, Conte riunisce invece l'assemblea dei gruppi pentastellati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli