Vignali: 3 denunce a Procura Repubblica per possibili brogli

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 set. (askanews) - "Ci sono state segnalazioni alla Procura per 3 episodi di possibili brogli nel mondo, due in Argentina e una in Svizzera", ha dichiarato il direttore generale per gli Italia all'estero del ministero degli Esteri Luigi Maria Vignali parlando delle misure di sicurezza adottate per il voto all'estero dei connazionali.

"Abbiamo adottato un'azione estremanente attenta, una sensibilizzazione capillare dei connazionali a proposito del divieto di cessione del materiale e della scheda elettorale", ha spiegato. Vignali ha aggiunto che l'adozione del Qr code garantisce che "le buste siano tracciate e il certificato elettorale sia unico. Il Consolato può scansionare il Qr code e capire se il plico è stato consegnato o meno".

Inoltre, per le politiche del 25 settembre sono state avviate "ispezioni a sorpresa, vigilanza 24 ore su 24, un maggior numero di carabinieri, sono state monitorate le varie fasi di spedizione dei plichi, raccogliendo segnalazioni e indicazioni da privati cittadini, da appartenenti a partiti. E siamo andati a verificare personalmente, cercando di prevenire comportamenti illeciti e di sanzionare o far partire le denunce ove necessario".