In vigore dal 1° maggio la nuova etichettatura europea dei pneumatici

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

A distanza di un decennio dall’entrata in vigore della prima etichettatura europea degli pneumatici, il prossimo 1° maggio entrerà in vigore una nuova normativa. I pneumatici prodotti ed immessi sul mercato europeo a partire dal 1° maggio saranno accompagnati dalla nuova etichettatura europea ai sensi del Reg. UE 2020/74. La precedente etichettatura continuerà ad essere valida per i pneumatici prodotti e commercializzati in precedenza. Per questi si procederà, entro il 30 novembre, all’aggiornamento delle informazioni riportate nella scheda informativa (EPREL), senza la necessità di etichettarli nuovamente. Ogni etichetta riporterà un QR code individuale per identificare la tipologia di pneumatico, che consentirà l’accesso al database europeo dei prodotti (EPREL). Infatti il nuovo regolamento prevede che il consumatore possa ottenere più ampie informazioni sui prodotti acquistati consultando questo database centralizzato. Le nuove etichette presenteranno due nuove marcature aggiuntive tramite pittogrammi per identificare gli pneumatici che hanno superato specifici test omologativi su fondi innevati e ghiaccio. Il Regolamento UE 2020/740 estende il campo di applicazione dell’etichettatura anche agli pneumatici per mezzi pesanti e autobus. Infine rispetto alla vecchia etichetta le classi, sia per l’efficienza energetica, sia per l’aderenza su bagnato diventano cinque: dalla A (la più efficiente) alla E (la meno efficiente). Sul sito del Gruppo Produttori Pneumatici di Assogomma è possibile scaricare il pdf stampabile del volantino predisposto per informare sia gli automobilisti che gli operatori professionali.