Viktor Orban: mancato accordo su embargo colpa della Commissione

featured 1615196
featured 1615196

Roma, 30 mag. (askanews) – Prima giornata del vertice straordinario Ue dedicato alle sanzioni contro la Russia per l’invasione dell’Ucraina, niente accordo sull’embargo sul petrolio, benché in tono minore, che molti leader Ue vorrebbero applicare e che viene bloccato in primis dal premier ungherese Viktor Orban, dopo un mese di dibattiti su un nuovo pacchetto di sanzioni.

“Non c’è compromesso al momento. Non c’è alcun accordo. Ho il testo in mano e non c’è alcun compromesso” ha detto Orban. “Adesso all’improvviso tirano fuori l’idea dell’embargo e di sanzioni sul petrolio senza rispondere alle questioni sulla sicurezza energetica ungherese. Quindi l’intera situazione è difficile ed è creata dalla Commissione e tutta la responsabilità dell’assenza di accordo oggi deve essere sulle spalle della Commissione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli