Viminale ancora al lavoro su mappa insediamenti rom

Gtu

Roma, 4 set. (askanews) - Viminale al lavoro per elaborare i dati degli insediamenti di comunità rom, sinti e caminanti così come da direttiva del ministro Matteo Salvini firmata il 15 luglio 2019. "Lavoro e lavorerò per garantire il rispetto delle regole", sottolinea il ministro uscente. "L'obiettivo - fa sapere il Viminale - è ottenere una fotografia aggiornata e approfondita della situazione per assicurare migliori condizioni di vivibilità e rispetto delle regole"; e il ministero diffondere anche i primi dati aggregati riferiti a Roma, Milano e Napoli.

A Roma sono 6 i villaggi autorizzati, per un totale di 2.606 presenze di cui 1266 minori: Lombroso, XIV Municipio, 181 presenze di cui 82 minori, Castel Romano, IX Municipio, 542 presenze di cui 282 minori, Barbuta, VII Municipio, 425 presenze di cui 230 minori, Candoni, XI Municipio, 838 presenze di cui 409 minori, Gordiani, V Municipio, 260 presenze di cui 89 minori, Salone, VI Municipio, 360 presenze di cui 174 minori; 10 "villaggi tollerati", per un totale di 924 presenze di cui 339 minori: via Salviati 70/72, 492 presenze di cui 203 minori, Ortolani, 26 presenze di cui 10 minori, Foro italico, 99 presenze di cui 26 minori, Sette Chiese, 17 presenze di cui 7 minori, Grisolia, 52 presenze di cui 11 minori, Spellanzon, 25 presenze di cui 2 minori, Arco di Travertino, 46 presenze di cui 13 minori, Schiavonetti, 44 presenze di cui 18 minori, Barbuta, 32 presenze di cui 13 minori, Monachina, 91 presenze di cui 36 minori; infine 338 insediamenti spontanei non autorizzati con una presenza stimata di circa 2000 persone: Trevi con 42 persone, Prati 11, Parioli 20, Sapienza 22, Nomentano 14, Tiburtino 34, Casilino 10, Prenestino 6, Torri 20, Appio 12, Tuscolano 13, Tintoretto 9, Eur 13, Mare 22, Marconi 11, Monteverde 1, Aurelio 9, Monte Mario 37, Cassia 32.(Segue)