Viminale, calo degli incidenti stradali ma crescono quelli con vittime

incidente-stradale

Nella giornata del 15 agosto sono stati divulgati dal ministero dell’Interno i dati del tradizionale dossier con le statistiche riguardo la sicurezza nel nostro Paese. Stando ai numeri del rapporto, la fotografia che esce fuori sembrerebbe essere quella di un’Italia più tranquilla, dove calano i principali indicatori di violenza segnalati dal Viminale come incidenti stradali, omicidi, furti e rapine. Guardando nel dettaglio il dossier, ci si accorge però anche di alcuni dati in controtendenza rispetto alla media.

Viminale, incidenti stradali in calo

Nel capitolo riguardante gli incidente stradali su strade ed autostrade italiane, ci si rende conto come abbiano sofferto un lieve calo nel periodo che va dal 1 agosto 2018 al 31 luglio 2019. Essi sono infatti passati da essere 75.541 a 73.408, con un calo del 2,8%. Nonostante ciò allo stesso tempo sono sensibilmente aumentate le vittime della strada, che dalle 1.630 del 2018 arrivano alle 1.727 del 2019. Una crescita di quasi il 6%.

Passando invece ai dati più generici sull’ordine pubblico, possiamo vedere come dinamiche simili si registrino anche nel contesto delle manifestazioni di piazza. Esse sono infatti calate del 10,3%, passando da 11.824 a 10.609, mentre contemporaneamente sono aumentati i feriti tra le Forze dell’Ordine. Nello specifico essi hanno subito un lieve incremento passando da 184 a 210. In discesa anche gli episodi di proteste con disordini, che vanno da 389 a 287.

Scendono anche omicidi e rapine

Sfogliando il rapporto si nota come siano in netto calo anche gli omicidi, che scendono del 14%, mentre le rapine ed i furti calano rispettivamente del 16,2% e 11,2%. In netta discesa – del 13% – le denunce per stalking, anche se allo stesso tempo aumentano del 32,5% gli ammonimenti del questore e crescono addirittura del 76% le denunce di violenza domestica. Nel periodo di tempo preso in considerazione dalle statistiche sono state presentate nel 12.733 denunce per stalking, tre quarti delle quali da donne.