Vinimag, il robot che fermenta 1000 campioni di vino all’anno

(Adnkronos) - Si chiama Vinimag ed è un robot che simula il lavoro di una piccola cantina in cui vengono svolte diverse microvinificazioni. Nato grazie all’INRAe, l’istituto nazionale di ricerca francese per l'agricoltura, l'alimentazione e l’ambiente, è costato più di 3 milioni di euro e ha richiesto cinque anni di ricerca. Marie-Agnès Ducasse, dell'Istituto francese della vite e del vino (IFV), ne spiega il funzionamento: "Situato in una stanza in cui la temperatura è costante a 16°C, Vinimag automatizzerà la vinificazione, in piccoli lotti, degli 8.500 esemplari di vitigni e incroci della collezione della vite Vassal nel sud della Francia, che è attualmente in fase di trasferimento in un luogo vicino. Saremo in grado di congelare lotti di 1 kg di uva bianca o rossa da un singolo vitigno e testarne continuamente le prestazioni di fronte a stress idrico, cambiamenti climatici o malattie senza correre il rischio di errori di manipolazione. Il robot ci darà prima le informazioni sulla vinificazione e poi ci aiuterà ad accelerare il processo di selezione varietale".

Il robot può fermentare 1.000 campioni all'anno, in 60 reattori dotati di coperchio rimovibile e doppio pistone, senza doversi preoccupare dell'effettiva stagione del raccolto. Le uve vengono scongelate e quindi miscelate automaticamente per replicare il processo di pigiatura prima di essere messe nelle vasche. Il braccio del robot Vinimag può estrarre un campione ogni minuto, posizionarlo su una bilancia e dedurne il rilascio di CO2 e l'andamento della fermentazione. Adnkronos - Vendemmie