Vino, Il Borro acquisisce la tenuta di Vitereta -rpt

Red/Apa

Roma, 16 set. (askanews) - Il Borro, azienda vitivinicola toscana nel bacino del Valdarno Superiore di proprietà di Ferruccio Ferragamo, interamente biologica dal 2015, acquisisce proprietà confinante Vitereta e annuncia l'apertura de Le Aie del Borro, 20 nuove suite all'interno della Tenuta. Situata nel Comune di Laterina, Vitereta è una delle tenute storiche del Valdarno aretino, appartenuta alla famiglia Del Tongo dal 1973 con una superficie totale di 346 ettari.

Comprende una superficie vitata pari a 40 ettari, una cantina di proprietà, oltre a 150 ettari di terreni seminativi. Tra gli edifici presenti Villa Clerici Bernetti, costruita nella seconda metà dell'Ottocento e ristrutturata poi a fine degli anni 70, una meravigliosa Tabaccaia (chiamata così perché qui un tempo avveniva la lavorazione del tabacco) e alcuni poderi.

A seguito di questa acquisizione, Il Borro raddoppia la propria superficie vitata raggiungendo circa 85 ettari caratterizzati da condizioni pedoclimatiche uniche che permettono di dar vita a vini di qualità. Vitigni autoctoni, come il Sangiovese, ma anche vitigni della "tradizione toscana", come il Merlot ed il Cabernet Sauvignon, oggi convivono insieme, adattandosi al meglio alla variabilità dei terreni.

La tenuta è dal 1993 di proprietà di Ferruccio Ferragamo e in essa sono impegnati il figlio Salvatore Ferragamo (oggi AD de Il Borro) e la figlia Vittoria (responsabile dell'Orto del Borro e dei progetti speciali). Interamente biologica dal 2015, Il Borro fa parte dell'Associazione Relais & Châteaux e comprende: un borgo medievale interamente restaurato che ospita al suo interno 38 suite; due ville - Dimora Storica e Villa Casetta - e le 20 suite de Le Aie del Borro. Alle soluzioni Relais & Châteaux si aggiungono "I Borrigiani", cinque casali gestiti con la formula dell'agriturismo. E ancora, due ristoranti: l'Osteria del Borro e Il Borro Tuscan Bistro, sotto la guida dell'executive chef Andrea Campani; la Spa e la Galleria Vino & Arte.

Parte importante della Tenuta sono la cantina e gli 85 ettari di vigneti dai quali si producono 12 etichette di cui 10 interamente biologiche. La tenuta comprende anche 40 ettari di uliveti e un frantoio di proprietà per la produzione di un eccellente olio extra vergine d'oliva; un orto biologico e 30 arnie da cui si ottiene miele biologico di differenti varietà.