Violano la sicurezza e si arrampicano sul vulcano Popocatepetl

vulcano

Non hanno paura di nulla. Un gruppo di scalatori esperti ha deciso di violare le norme di sicurezza e scalare il cratere del vulcano Popocatepetl (5.500 metri), in Messico. Grazie all’escursione, infatti, il gruppo di alpinisti è riuscito a girare video e scattare immagini impressionanti. Il CENAPRED (Centro Nazionale per la prevenzione dei disastri) ha da sempre sollecitato a non avvicinarsi alla bocca del vulcano in quanto vi è un forte pericolo di caduta di frammenti balistici. Ma nonostante l’avvertimento, non si tratta del primo episodio di violazione della sicurezza.

Scalano il vulcano Popocatepetl

Il Centro Nazionale per la prevenzione dei disastri ha segnalato un’allerta 2 sul vulcano Popocatepetl. Ciò significa che gli scenari potrebbero essere di tre tipi:

  1. Che il vulcano continui l’attività esplosiva, passando dalla scala bassa a quella intermedia.
  2. Possibili docce di cenere da leggere a moderate nelle città vicine.
  3. Possibilità di flussi piroclastici e flussi di fango a corto raggio.

Nonostante queste ammonizioni, un gruppo di alpinisti si è avventurato nella scalata fino al cratere del vulcano ancora attivo. Le ultime eruzioni, infatti, risalgono al 16 dicembre 2018.

Il vulcano

Il vulcano Popocatepetl si trova a 72 chilometri a sud-est di Città del Messico, al confine fra gli Stati di Puebla, Morelos e Messico. Si tratta di uno dei più attivi del mondo: con i suoi 5426 metri è uno dei più alti del Nord America. Il Popocatepetl è uno stratovulcano con pareti molto ripide: il nome, in lingua azteca significa “montagna che emette fumo“. Il suo cratere vanta dimensioni di 400 x 600 metri.