Violenta per due anni tre giovanissimi: fermato dai carabinieri

·2 minuto per la lettura
violenza sessuale minorenni siano
violenza sessuale minorenni siano

È accusato di ripetuta violenza sessuale su tre minorenni l’uomo arrestato in provincia di Salerno questa mattina. A finire in manette è stato un 30enne residente nel Comune di Siano ma originario di Nocera Inferiore. L’operazione è stata condotta dai carabinieri di Siano coordinati dalla Procura di Nocera. I minori coinvolti hanno tutti un’età compresa tra i 14 ed i 17 anni e le violenze sarebbero andate avanti per circa due anni, dalla metà del 2018 fino allo scorso maggio. L’orco si trova adesso agli arresti domiciliari.

Violenza sessuale su minorenni

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri la violenza sessuale sui minorenni sarebbe stata commessa proprio nel Salernitano, tra i Comuni di Castel San Giorgio e Siano. Tutto è partito dalla denuncia sporta ai militari da uno dei tre ragazzi abusati. Tra le parti prima delle violenze c’era solo un rapporto di conoscenza. Il 30enne avrebbe anche minacciato i giovani di morte o di diffondere foto sul web che li ritraevano nudi qualora avessero rivelato qualcosa a terze persone.

Molestie e stalking aggravato

Nel caso di una vittima, l’uomo lo avrebbe più volte strattonato, facendolo inginocchiare per obbligarlo a consumare rapporti sessuali. Inoltre sarebbe stato anche seguito e molestato, più volte, per strada o attraverso l’invio di messaggi. Circostanza, questa, costata all’indagato anche un’accusa per stalking, sempre aggravata.

“Uccido i tuoi genitori”

In altri casi la violenza sessuale si sarebbe consumata alla presenza di un altro dei tre minori. Stando a quanto accertato dalle autorità il più piccolo delle vittime, il 14enne, avrebbe subito palpeggiamenti, baci e rapporti contro la sua volontà. Anche il 14enne sarebbe stato minacciato, con l’uomo che avrebbe promesso di uccidere i suoi genitori se avesse fatto parola di quanto accadeva.

GUARDA ANCHE - Femminicidi in aumento rispetto al 2019