Violenta prostituta 70enne a Milano: arrestato stupratore seriale

Alp

Milano, 14 nov. (askanews) - Un pregiudicato di 29 anni, residente nel Lodigiano è stato arrestato dai carabinieri per violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e rapina nei confronti di una prostituta di 70 anni, segregata, picchiata e stuprata per un'intera notte nella sua abitazione a Milano tra il 2 e il 3 novembre scorsi.

Secondo quanto riferito dai carabinieri della Compagnia Duomo che hanno eseguito nei suoi confronti un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, l'uomo aveva pattuito un rapporto sessuale con la 70enne dove aver trovato un annuncio pubblicato dalla donna su un sito di incontri per adulti. Giunto nell'appartamento in zona Arco della Pace intorno alle 22, l'uomo si sarebbe comportato come un normale cliente, confidando anche alla donna anche di essere stato denunciato da una sua ex fidanzata e altri dettagli personali, ma dopo aver iniziato ad assumere la cocaina che aveva portato con sé ha iniziato a diventare violento. Un'escalation sempre più estrema, fino a quando ha chiuso a chiave la camera da letto, ha abbassato le imposte, e, minacciandola di morte con il coltello che aveva con sé,l'ha costretta a ripetuti rapporti sessuali non protetti prendendola a pugni in testa e sul viso. Alle 9 della mattina seguente, il pregiudicato si è dileguato portandosi via, oltre a tre cellulari della donna, anche 500 euro. E' stata la stessa vittima a sporgere denuncia fornendo agli investigatori alcuni elementi utili per rintracciare lo stupratore, tra cui il numero di telefono che si era appuntato su un'agenda.

L'uomo, un disoccupato che vive da solo, è sospettato di essere uno stupratore seriale, tanto che quando sono andati ad arrestarlo, l'uomo si trovava negli uffici della questura di Lodi dove era stato portato dagli investigatori della squadra mobile per il tentato stupro di una prostituta colombiana compiuto nel Lodigiano nella notte tra 12 e 13 novembre scorso. Non solo, secondo i militari l'uomo sarebbe l'autore delle violenza ai danni di un'altra prostituta, questa volta romena, aggredita la settimana scorsa in provincia di Cremona, e di una signora di mezza età assalita nel maggio scorso di nuovo nel Lodigiano. L'uomo si trova ora recluso nel carcere di Lodi.