Violento terremoto M 7.7 al largo di Cuba e Giamaica: si temono crolli

terremoto cuba giamaica

Una violentissima scossa di terremoto di magnitudo 7.7 è stata registrata il 28 gennaio 2020 al largo di Cuba e della Giamaica. Il sisma si è verificato alle 20:12 ora italiana e stando ai dati in via di conferma ha avuto un’ipocentro superficiale localizzata a soli 10 chilometri di profondità. L’area epicentrale della scossa è nel Mar dei Caraibi, a sud dell’isola di Cuba e data l’intensità del sisma sarebbe certamente stato avvertito dalla popolazione.

Terremoto Cuba e Giamaica M 7.7, allerta tsunami

Si temono crolli e danni seri anche in Giamaica e nelle isole Cayman. Secondo Ingv il sisma avrebbe toccato la magnitudo 7.8 della scala Richter (7.7 secondo Usgs) con epicentro a 126 chilometri da Lucea, comune della Giamaica nella parrocchia di Hanover, della quale è il capoluogo. Si attendono ulteriori aggiornamenti. La scossa è stata distintamente avvertita anche alle Bahamas e in Honduras e migliaia sono le segnalazioni da Haiti; evaucazioni sono state disposte anche in Florida ed in particolare a Miami e in altre località nel sud dello stato. Per Giamaica, Isole Cayman e Cuba è stata emessa dal Pacific Tsunami Warning Center un’allerta tsunami. Il rischio è infatti che a causa dell’intensità del terremoto e dell’ipocentro superficiale possano essersi generate onde anomale di almeno un metro e dunque potenzialmente pericolose. Resort e abitazioni sulle spiagge delle isole sono stati evacuati in via precauzionale.