Violenza al Monte Stella, 24enne incastrato da analisi Dna

Mlo
·1 minuto per la lettura

Milano, 23 lug. (askanews) - E' un senegalese di 24 anni, irregolare sul territorio italiano, il presunto autore della violenza sessuale commessa nel pomeriggio del 15 luglio scorso al Parco del Monte Stella di Milano, poco lontano dallo stadio San Siro. La vittima, una donna di 45 anni, venne aggredita alle spalle mentre passeggiava in compagnia del suo cane, trascinata in una zona appartata, dietro una scuola primaria, e l struprata. Il fermo, per il 24enne, scattato la notte scorsa, al termine di un'indagine serratissima della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica. I poliziotti lo hanno bloccato in ricovero per senzatetto alle spalle di un ex mercato comunale in via Isernia, poco lontano dal luogo dello stupro. Decisivo, per identificarlo, stata l'analisi delle tracce genetiche estrapolate dagli indumenti della 45enne. "Il Dna dell'aggressore identico a quello rinvenuto sui vestiti della vittima", ha sottolineato il procuratore aggiunto Letizia Mannella, coordinatrice delle indagini parlando di "prova granitica" che ha permesso di fermare "il colpevole di un fatto grave e brutale". Secondo il magistrato, " un delitto di odio di genere. Le vittime possono essere donne di qualunque aspetto e di qualunque comportamento. La rabbia non ha colore". fcz