Violenza contro medici, Fnomceo promuove un docufilm -2-

red/rus

Roma, 13 gen. (askanews) - "Il 5 febbraio, alla Camera dei Deputati, presenteremo, alla stampa e alle istituzioni, il docufilm "Notturno" - annuncia il presidente della FNOMCeO Filippo Anelli -. Un film - denuncia sulla violenza contro i medici, ma soprattutto sulla solitudine, su una organizzazione che lascia i professionisti da soli". "Il docufilm, fortemente voluto e promosso dalla FNOMCeO, ha l'obiettivo di far riflettere tutti sullo stato in cui versa la professione - spiega Anelli -, soprattutto in alcuni ambiti come la continuità assistenziale e i pronto soccorso, e vuole stimolare i decisori a invertire la rotta, avviare una riforma soprattutto delle aree più critiche della professione". Partecipazioni d'eccezione al docufilm sono quella dell'attrice Maria Grazia Cucinotta, oltre che dei giornalisti Massimo Giletti e Gerardo D'Amico, che, con le loro inchieste, hanno tante volte raccontato le aggressioni e analizzato le cause di questa preoccupante escalation che fa luce su una profonda frattura tra la professione medica e la società civile. Al centro del progetto, le voci di medici che hanno subito direttamente violenza durante un turno di lavoro: il dott. Giovanni Bergantin, medico di Medicina Generale, preso a calci e pugni da un paziente; la dott.ssa Ombretta Silecchia, minacciata con una pistola durante l'attività di guardia medica; il dott. Vito Calabrese, marito della dott.ssa Paola Labriola, psichiatra, uccisa da un suo paziente. "Il cinema è una forma d'arte ma anche un potente mezzo di comunicazione - dichiara e aggiunge il produttore della Draka Corrado Azzollini - e per questo abbiamo creduto fosse giusto sposare un tema divenuto così urgente nella cronaca di tutto il paese, un problema di enorme rilevanza sociale, culturale e politica. Non siamo abituati ad ascoltare i medici che parlano delle loro paure, delle loro difficoltà… forse inconsciamente crediamo che siano invincibili eppure sono persone, che meritano di lavorare in sicurezza".