Violenza di gruppo ai danni di una coppia di fidanzati: tre arresti

violenza di gruppo

Nella tarda serata del 9 giugno scorso, un giovane coppia di fidanzati era stata rapinata e costretta a consumare un rapporto sessuale davanti alla stazione ferroviaria di Cadorago (in provincia di Como). Dopo due mesi dalla tragedia che aveva sconvolto la coppia, i carabinieri di Lomazzo hanno arrestato tre presunti colpevoli. I malviventi, infatti, sarebbero accusati di rapina e violenza sessuale di gruppo.

VIDEO - I numeri del femminicidio

Coppia rapinata e violentata: gli arresti

I militari di Lomazzo hanno disposto la custodia cautelare ai danni di due uomini di 26 anni e di una donna di 23. A seguito di un’ordinanza, infatti, il gruppo è finito in manette con le accuse di rapina e violenza sessuale. Sono trascorsi due mesi esatti dallo scorso 9 giugno, quando una coppia di fidanzati è stata rapinata, picchiata e violentata. I due 26enni arrestati si trovano ora in una casa circondariale a Como: secondo le ultime informazioni sarebbero due irregolari senza fissa dimora. La donna, invece, è italiana (classe 1966) e trascorrerà i domiciliari nella sua abitazione a Cadorago.

La ricostruzione

Lo scorso 9 giugno una coppia di fidanzati si trovava nei pressi della stazione di Cadorago (Como). Secondo gli inquirenti stavano acquistando sostanze stupefacenti. Improvvisamente, però, due persone (due uomini presumibilmente) si sarebbero avvicinate ai fidanzati e li avrebbero minacciati con un coltello con lama di 15 centimetri. Così, i malviventi sono entrati in possesso della droga e, dopo aver lanciato un pugno al ragazzo, hanno rapinato la coppia dai loro beni più preziosi. Infine, il gruppo avrebbe costretto i fidanzati ad avere rapporti con loro, mentre una terza donna (il palo) avrebbe acconsentito al “gioco”. Una volta terminato l’incubo, la coppia ha immediatamente chiesto aiuto. La polizia ha rintracciato i malviventi grazie alle testimonianze e alle immagini delle telecamere di sicurezza.