Violenza donne, Casellati: battaglia per nuova cultura tutele

Lsa

Roma, 25 nov. (askanews) - Per contrastare l'odioso fenomeno della violenza sulle donne è necessaria "una battaglia per l'affermazione di una nuova cultura delle tutele che possa valorizzare l'azione legislativa, giudiziaria e sociosanitaria". Lo ha affermato il presidente del Senato, Elisabetta Casellati, nel suo intervento a Palazzo Giustiziani in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. È una cultura da costruire insieme, ha aggiunto Casellati, con un approccio interdisciplinare e Interistituzionale. Quindi "favorire il dialogo e lo scambio continuo di informazioni tra le istituzioni, le forze dell'ordine, la magistratura, gli operatori sanitari e tutti gli attori coinvolti, a cominciare dalle realtà associative di volontariato operanti nel terzo settore".

Il Presidente del Senato ha poi richiamato la collaborazione con gli organi di informazione sottolineando anche la necessità dell'uso di un linguaggio "responsabile, consapevole del valore delle parole. Troppe volte episodi di violenza di genere sono stati descritti come 'atti passionali' oppure come casi di "amore malato", di "amore molesto" o di "amore ossessivo". Termini - ha rimarcato Casellati - spesso usati con troppa leggerezza che tuttavia rischiano in questo modo di condizionare il giudizio sociale mediante una rappresentazione distorta della realtà o - peggio - stimolando una inaccettabile empatia con gli aggressori o i persecutori. Occorre invece narrare i fatti di cronaca con un linguaggio che sia rispettoso delle vittime, delle loro paure, del loro dolore. Ma è altrettanto importante - ha concluso il presidente del Senato - questa preziosa opera di comunicazione contribuisca a diffondere un messaggio positivo e di fiducia nelle Istituzioni".