violenza donne, Casellati: fenomeno ancora non contrastato alle radici

Lsa

Roma, 25 nov. (askanews) - "Negli ultimi dieci anni sono stati compiuti sforzi importanti" ma i dati più recenti del governo e delle Forze dell'ordine e le statistiche degli osservatori istituzionali e privati dicono che fino ad ora il fenomeno della violenza sulle donne "è stato soltanto arginato, non si è riusciti a a contrastarlo nel profondo, a colpirne le radici". Lo ha affermato il presidente del Senato, Elisabetta Casellati, introducendo i lavori del convegno 'libere dalle molestie, libere di scegliere' organizzato dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

"Il Dossier pubblicato lo scorso agosto dal Ministero dell'interno documenta, ad esempio, - ricorda Casellati - come gli omicidi commessi all'interno di un contesto affettivo o familiare continui a rappresentare più del 40 percento di quelli avvenuti nel nostro Paese nell'ultimo anno. La relazione ci dice inoltre che, a fronte di significativa diminuzione generale degli omicidi negli ultimi 12 mesi, i femminicidi sono calati soltanto del 4 percento. Dati importanti, che - aggiunge - ho voluto ricordare perché è stato accertato che in almeno tre casi su quattro l'evento mortale costituisce il tragico epilogo di un'escalation di violenze che non si è riusciti a bloccare per tempo".

Il presidente del Senato ha quindi sottolineato il suo costante impegno per quella che considera "una battaglia di civiltà", "una battaglia a favore delle donne, a tutela delle famiglie e del primato di una società fondata sui valori della convivenza e del sostegno reciproco".