Violenza donne, Fedeli(Pd): serve educare a rispetto differenze

Red/Lsa

Roma, 25 nov. (askanews) - "La giornata mondiale contro la violenza di genere deve essere tutti i giorni. Perché tutti i giorni, in ogni parte del mondo e del nostro Paese, le donne subiscono violenze e discriminazioni. Violenze di ogni genere: fisica, psicologica, morale, sul lavoro, in famiglia, per strada". Lo dichiara in una nota la senatrice Pd, capogruppo in commissione diritti umani, Valeria Fedeli. "La nostra società è ancora fortemente e profondamente maschilista e discriminatoria. E questo fa male: non alle donne, ma a tutta la società. La prima scelta è la prevenzione, che significa innanzitutto scardinare una cultura patriarcale che 'permette' ancora a troppi uomini di considerare le donne una loro proprietà. Quindi - sottolinea Fedeli - educare al rispetto delle differenze e della libertà delle donne per sconfiggere gli stereotipi sessuali, i pregiudizi, ogni forma di discriminazione ovunque si annidi. Serve superare il rifiuto verso l'autonomia e la libertà femminile e quindi la tradizionale divisione dei ruoli nel lavoro domestico e di cura. Serve una condivisione reale! Vanno superate le discriminazioni sessuali ancora presenti nel mondo del lavoro e serve un piano straordinario per l'occupazione femminile. Serve dare alle vittime di violenza da parte degli uomini tutto il sostegno possibile. Serve che le donne che denunciano sia innanzitutto credute! Non ci può essere futuro positivo per nessuno se una donna subisce violenza. Dobbiamo dire basta oggi e ogni giorno".