Violenza donne, Ferraresi: con "codice rosso" aumentati arresti

Nav

Roma, 1 feb. (askanews) - "Riguardo al settore penale, l'anno appena trascorso è stato contraddistinto dall'approvazione di rilevanti impianti normativi". Lo ha detto Vittorio Ferraresi, sottosegretario alla giustizia, nel suo intervento alla cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario alla Corte di Appello di Roma: "Innanzitutto, l'approvazione della legge sul cosiddetto 'codice rosso', il risultato di un nuovo sviluppo della legislazione che, a partire dalla ratifica della Convenzione di Istanbul, mette al centro del dibattito penale la donna".

E quindi "tale legge mira a sostenere le vittime che coraggiosamente intendano denunciare il crimine subìto, a fornire maggiori e più efficaci strumenti alle vittime all'interno del processo e a contrastare i fenomeni vessatori e persecutori, in particolare quelli perpetrati con strumenti informatici. I primi dati di applicazione sono incoraggianti: più denunce, più arresti e una corsia preferenziale per i reati di violenza domestica e di genere. Sempre nell'ottica di difendere i soggetti più vulnerabili". Anche per questo "è stata costituita la Squadra Speciale per la Protezione dei minori".