Violenza sessista ad Arezzo dove un uomo punta l’arma contro la lavoratrice ferroviaria

Capotreno minacciata con un coltello in Toscana
Capotreno minacciata con un coltello in Toscana

Assurdo in Toscana, la capotreno è donna e lui la minaccia con il coltello mentre è in servizio: violenza sessista ad Arezzo dove un uomo punta l’arma contro la lavoratrice. Fanpage spiega che un uomo ad un certo punto ha estratto un grosso coltello da cucina con una lama di oltre 11 centimetri e l’ha puntato contro una donna. La vittima stava lavorando a bordo di un convoglio ferroviario in qualità di capotreno.

Capotreno donna, minaccia con il coltello

Per una misteriosa ragione nota solo a lui l’offender, un 20enne, avrebbe voluto che a “guidare” il treno non fosse una donna, I media spiegano che dopo aver messo in atto la sua folle minaccia l’aggressore è sceso dal treno alla stazione di Poppi lungo la tratta del Casentino.

Bloccato dai Carabinieri a Poppi

Ma per lui c’erano ormai minuti contati: la segnalazione della polizia ferroviaria ai Carabinieri ha permesso ai militari di bloccare l’uomo proprio in stazione. I carabinieri del Nucleo radiomobile di Bibbiena hanno quindi sequestrato l’arma e denunciato il 20enne per porto abusivo d’arma e minacce. Solo poche settimane fa c’era stato un altro episodio molto simile ma con esito addirittura peggiore lungo una tratta della provincia di Piacenza, con un uomo che aveva picchiato la capotreno.