Violenza sessuale: arrestato in Valdelsa uomo che adescava ragazzini

Violenza sessuale Valdelsa

Ennesimo caso di violenza sessuale su minori, questa volta a Valdelsa, valle nel senese. Un ragazzino di 13 anni qui residente è stato adescato da un uomo di 36 anni che i Carabinieri di Poggibonsi hanno provveduto ad arrestare. A comprovare il tutto anche foto e video presenti sul cellulare della vittima.

Violenza sessuale a Valdelsa

Il giovane ha conosciuto l’uomo via chat e l’ha successivamente incontrato, circostanza in cui sarebbe stato oggetto di attenzioni sessuali da parte sua. Lo dimostrerebbero dei materiali che i militari dell’Arma hanno trovato sul telefono del 13enne dopo la denuncia da parte di suo padre e sua sorella maggiorenne. I due si sono infatti presentati dalle forze dell’ordine dicendo di aver occasionalmente rinvenuto nel telefono del familiare alcune foto e video che non lasciavano spazio a dubbi circa gli abusi subiti.

I Carabinieri hanno quindi dato il via alle indagini ascoltando testimonianze, facendo riscontri e acquisendo quelle registrazioni per cercare di capire cosa fosse accaduto. Il pm ha ricevuto i risultati delle inquisizioni e ha disposto una misura cautelare nei confronti del 36enne.

Nella giornata di martedì 4 febbraio 2020 i Carabinieri di Poggibonsi hanno eseguito l’ordinanza disposta dal gip del tribunale di Siena. Hanno quindi posto agli arresti domiciliari il responsabile della violenza in attesa della disposizione dell’interrogatorio di garanzia. Hanno infine perquisito la sua abitazione sequestrando telefoni cellulari, computer e decine di dvd. Nei giorni a venire gli inquirenti analizzeranno tutto il materiale recuperato che potrebbe portare a eventuali sviluppi investigativi.