Violenza sessuale in motel: mani al collo fino a toglierle il respiro

carabinieri
carabinieri

Una ragazza di origini haitiane è stata stuprata da tre uomini in un motel di Cornaredo (Milano). I presunti responsabili sarebbero giovani di età compresa tra i 23 e i 29 anni. Sono stati arrestati dai carabinieri di Corsico. La vittima sarebbe stata filmata e picchiata durante le violenze sessuali. Gli stupratori le avrebbero messo le mani al collo tanto da farle perdere il respiro. La ragazza ha spiegato che nel corso degli abusi le stavano addosso come se fosse una loro preda. Come informa Tgcom24, i tre presunti violentatori sono stati arrestati alla fine di un’indagine condotta dal pm Rosario Stagnaro del dipartimento guidato dall’aggiunto Letizia Mannella.

Violentata da 3 uomini in motel per 12 ore

Da FanPage si legge che le inenarrabili violenze nei confronti della ragazza sarebbero durate in tutto 12 ore. Secondo quanto raccolto dalle forze dell’ordine, la vittima sarebbe stata costretta in uno stato di paura e soggezione. Proprio per questo motivo sembra non avesse neanche chiesto l’aiuto dei carabinieri, i quali sarebbero entrati nella stanza del motel per un controllo.

Il racconto della vittima

La vittima ha raccontato al pm Rosario Stagnaro e all’aggiunto Letizia Mannella di essere stata “corteggiata” da uno dei ragazzi. Questi l’avrebbe riempita di frasi come “sei bella”, “ti sposo” o “devi stare solo con me”. Il giovane avrebbe quindi proposto alla ragazza di passare la notte con lei in un hotel a 5 stelle per mille euro. In verità non si trattava di un albergo di lusso, ma di un motel di Cornaredo. Il ragazzo avrebbe iniziato a picchiare e a violentare la sventurata. Un’ora dopo sarebbero giunti i suoi due complici. La ragazza ha dichiarato: “Mi stavano addosso come fossi un animale”.