Violenza sessuale: pm chiede giudizio immediato per Massari

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Paolo Massari (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)
Paolo Massari (Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

La Procura di Milano ha chiesto il giudizio immediato per Paolo Massari, il 54enne giornalista di Mediaset ed ex assessore comunale a Milano (con la giunta di centrodestra guidata da Letizia Moratti). L'istanza è stata inoltrata dal pm Alessia Menegazzo al gip Lidia Castelucci.

LEGGI ANCHE: La donna che accusa Massari: "Ha avuto una velocissima metamorfosi, voleva che fossi la sua schiava"

Secondo l'accusa Massari, ora in carcere, avrebbe stuprato una sua amica di vecchia data nel garage di casa. La donna, un'imprenditrice di 56 anni, ha raccontato tutto alla polizia dopo essere scappata dal garage dell’uomo senza abiti.

GUARDA ANCHE: Harvey Weinstein colpevole di aggressione sessuale e stupro

Il racconto della donna

La sera del presunto stupro Massari e la 56enne si erano dati appuntamento per un aperitivo. L'imprenditrice, che aveva frequentato il suo stesso liceo, gli avrebbe chiesto aiuto per via del delicato momento professionale che stava attraversando a causa dell’epidemia da coronavirus. I due avevano poi deciso di andare a cena, ma il giornalista aveva chiesto alla donna di passare da casa sua per posare lo scooter e prendere l'auto.

GUARDA ANCHE: Stupro a Cipro: ora è lei a essere accusata di calunnia

Una volta arrivati nel garage, lui sarebbe diventato aggressivo e minaccioso. La donna, costretta al rapporto, in un momento di distrazione sarebbe riuscita a scappare senza vestiti addosso. È stata soccorsa per strada dalle volanti e poi è scattata la denuncia.

Una decina di altre donne hanno raccontato al pm di essere state vittime del giornalista, ma non hanno mai sporto denuncia