Violenza su donne: Bellanova, 'incredibile padre minimizzi, ogni vittima di violenza è vittima'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 apr. (Adnkronos) – "Mi chiedo come sia possibile che un padre, di fronte alla propria figlia che denuncia di essere stata violentata, di fronte alle evidenze, che a dire degli investigatori sono schiaccianti, possa minimizzare l'accaduto, scaricando la colpa proprio su di lei, accusandola di mentire e di non ricordare perchè ubriaca". Lo scrive Teresa Bellanova di Iv su Fb.

"'Non era in grado di capire quello che accadeva', ha dichiarato ai carabinieri. Dimenticando che proprio quell'elemento è parte essenziale del problema. Un problema enorme che coinvolge centinaia di migliaia di donne, continuamente accusate di aver esagerato, di aver mentito, di non aver prestato sufficiente attenzione, di essersi comportate in modo ambiguo e irresponsabile, facendosi trascinare in situazioni improprie".

"Qualunque donna vittima di violenza è una vittima. Sarebbe bene ribadirlo chiaramente a coloro che giustificano e offrono solidarietà a chi è accusato di un reato disgustoso. E sarebbe bene ricordarlo anche a quel padre, schieratosi senza alcuna remora dalla parte dei carnefici, lasciando sua figlia, vittima, da sola".