Violenza su donne: Crimi, 'femminicidi piega sociale da contrastare con ogni mezzo'

·1 minuto per la lettura
Violenza su donne: Crimi, 'femminicidi piega sociale da contrastare con ogni mezzo'
Violenza su donne: Crimi, 'femminicidi piega sociale da contrastare con ogni mezzo'

Roma, 10 mar. (Adnkronos) – "La prima pagina pubblicata oggi da Libero ('Femminicidi: in Germania il doppio che in Italia. L'allarme c'è, ma oltre confine') è vergognosa. Nel nostro Paese si sono compiuti 81 femminicidi nel 2020, 12 dall'inizio di quest'anno. Intanto nuovi fenomeni come il 'revenge porn' -la diffusione di contenuti intimi senza il consenso dei protagonisti- mietono vittime soprattutto fra le donne, anche giovanissime. È notizia di oggi l'ennesimo caso ai danni di una ragazza di tredici anni. Questi non sono i numeri di una gara a chi fa più vittime. Sono i numeri di una piaga sociale che va contrastata con ogni mezzo". Così su Facebook il capo politico del M5S, Vito Crimi.

"Eppure, per qualcuno, porre l'attenzione su questa piaga è eccessivo, disturba. E allora cerca di alimentare la percezione del 'così fan tutti', del 'gli altri sono peggio di noi', per impedirci di guardare la realtà per quella che è davvero, senza attenuanti. Una realtà che porta con sé sentimenti deviati, profondo dolore e vite spezzate. O forse fa soltanto dello spicciolo 'politically uncorrect', diventato ormai una moda".

"Da anni – prosegue Crimi – il quotidiano Libero vive a spese dei cittadini grazie a quel finanziamento pubblico all'editoria che i partiti si rifiutano di abolire una volta per tutte. E da anni questo giornale ci ha abituati ad una continua disinformazione. Oggi arriva l'ennesima vergogna, una prima pagina che è un insulto alla dignità di tante vittime di violenze, che non dovrebbero preoccuparsi perché sui femminicidi 'l'allarme c'è, ma oltre i confini'".