Violenza su donne, Mammone: per Codice Rosso serve coordinamento

Nav/Bla

Roma, 31 gen. (askanews) - "E' importante segnalare il dato fondamentale che l'intervento in favore delle vittime deve interessare non solo le strutture giudiziarie ma anche quelle pubbliche, come i servizi sociali, e private, come le associazioni di volontariato, e sanitarie sulla base di un modello di intervento di cui dovrà necessariamente essere individuato un credibile soggetto di coordinamento". Lo spiega nella sua relazione il primo presidente della Cassazione Giovanni Mammone in occasione dell'apertura dell'anno. Il riferimento dell'alto magistrato è alla legge sul 'Codice Rosso'. La normativa - continua - "introduce nel codice penale nuove fattispecie di reato con l'obiettivo di incrementare la tutela dei soggetti deboli colpiti dagli atti violenti. Importanti sono anche le disposizioni di carattere processuale dirette ad accelerare e facilitare l'intervento degli organi investigativi".