Violenza sulle donne, Lamorgese: in arrivo app Scudo

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 31 dic. (askanews) - Violenza sulle donne, è in fase di "sperimentazione avanzata" l'app Scudo in dotazione delle forze di sucurezza. Lo rende noto il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese.

"L'aumento delle richieste di aiuto ai centri antiviolenza ci deve convincere della necessità di contribuire, ognuno nel suo ruolo, al rafforzamento della 'rete di allarme'", afferma in una intervista al Corriere della Sera la titolare del Viminale a commento dell'aumento delle violenze sulle donne durante i mesi di lockdown. "E' fondamentale il ruolo delle forze di polizia per prevenire il fenomeno anche monitorando i cosiddetti reati spia, come lo stalking, i maltrattamenti in famiglia e le violenze sessuali. I femminicidi rappresentano un dramma senza fine, cui dobbiamo fare argine con tutte le nostre forze, come purtroppo ci ricorda anche l'omicidio di Agitu Ideo Gudeta, la rifugiata etiope che in Trentino-Alto Adige ha rappresentato un esempio e un modello di integrazione". Che cosa manca? "E' in fase di sperimentazione avanzata - spiega Lamorgese - l'app Scudo che consente agli operatori impegnati sul territorio di visualizzare un quadro riepilogativo dei precedenti interventi eventualmente effettuati presso il medesimo nucleo famigliare. Consente di disporre in tempo reale delle informazioni sulla presenza di minori in casa, sulla disponibilità di armi, sulla presenza di un soggetto dipendente da droghe o alcol, su eventuali precedenti per lesioni personali subite dalla vittima. Non accade sempre, purtroppo, ma a volte basta un solo elemento di conoscenza in più per intercettare e sollecitare una richiesta di aiuto".