Violenze contro l'ex marito, moglie e complice arrestati a Lodi

Asa

Milano, 12 mar. (askanews) - I carabinieri della sezione operativa di Lodi, insieme a quelli della stazione di Sant'Angelo Lodigiano, hanno arrestato una donna di 48 anni e un suo complice di 51 con l'accusa di essere rispettivamente mandante a autore di diverse violenze contro un meccanico 41enne di Caselle Lurani. Si tratta dell'ex marito della donna, vittima dell'incendio di due mezzi, del lancio di un petardo nella propria abitazione, di un pestaggio e di una rapina. L'obiettivo dei gesti, compiuti con l'aiuto di altre quattro persone sottoposte a misure cautelari, secondo l'accusa era quello di dimostrare, nella travagliata vicenda giudiziaria circa l'affidamento del loro figlio di 6 anni degli ex coniugi, l'inadeguatezza dell'ex marito. Gli episodi, inusuali rispetto al suo normale e consolidato stile di vita dell'uomo, avvenivano infatti in concomitanza di udienze.

I soggetti nei cui confronti la Procura della Repubblica di Lodi ha chiesto ed ottenuto misure cautelari sono: B.E., 48enne di Rivoli, senza pregiudizi di polizia, ex moglie della vittima (agli arresti domiciliari); F.M., 51enne, rumeno, domiciliato a Rivoli, con pregiudizi di polizia (agli arresti domiciliari), attuale compagno della donna; A.R., italiano, 57enne, residente in Santo Stefano Roero (CN), gravato da pregiudizi di polizia, (obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria); G.M., italiano 69enne, residente a Moncalieri; (obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria); K.V.K., bulgaro 39enne, residente a Moncalieri (obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria); A.T., bulgaro 34enne, residente a Moncalieri. (obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria). Una settima persona, F.M. rumeno 24enne, residente in Collegno (TO) è stata deferita in stato di libertà.