Marina Ripa di Meana, all'asta i gioielli: polemica in famiglia

·3 minuto per la lettura

"Un'asta per cancellare la memoria di Marina Ripa di Meana. Gioielli che mia madre non avrebbe mai venduto. Ci teneva moltissimo. Me lo ripeteva più volte. 'Quando non ci sarò più li darò a Lucrezia e Lucrezia alle figlie'. Ma così non è avvenuto. E' stata tradita la sua volontà". E' quanto dichiara all'Adnkronos con tono pacato, ma fermo Andrea Ripa di Meana Cardella, figlio adottivo di Marina e Carlo, 'fratello' di Lucrezia Lante della Rovere che ha deciso di vendere i gioielli della madre, battuti all'asta a Firenze da Pandolfini, il 23 giugno.  

"Sono stato escluso dall'asse ereditaria - prosegue Andrea Ripa di Meana Cardella - perchè Lucrezia non era d'accordo. Ma ho diritto a dire la mia. Ci sono gioielli degli anni '70, '80 costati milioni di euro, regalati da me, da Carlo, e prima ancora dai suoi amori. Lo ripeto, mai e poi mai Marina li avrebbe messi all'asta, svenduti per centinaia di euro. E poi avrebbe scelto, forse, ben altre case come Sotheby's o Christie's. Sarà venduto anche un anello Bulgari con diamante - ricorda ancora- che era stato l'anello di fidanzamento della madre di Marina, Vittorina". 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Marina Ripa di Meana: ecco come il marito ha saputo la tragica notizia

E su Lucrezia Lante della Rovere aggiunge: "Spero vivamente che non lo faccia per soldi, non ne ha bisogno. Con questa asta Lucrezia vuole semplicemente cancellare il ricordo di Marina, come non fosse mai esistita, come si faceva nell'antico Egitto con i faraoni. Comunque, a mio avviso, si sta facendo una pessima pubblicità. Ho visto, poi, i gioielli che saranno battuti all'asta, 43 lotti - aggiunge Andrea Ripa di Meana- ci sono anelli, collane, orologi che non conosco, che non ho mai visto indossati da Marina. Andrò a controllare personalmente in via Margutta a fine mese".  

E conclude amareggiato: "Nessuna delle volontà di Marina è stata rispettata dalla figlia. Nel suo testamento aveva scritto che le sue ceneri sarebbero dovute essere gettate in mare. Sono trascorsi tre anni dalla sua morte, sono ancora conservate all'interno di un'urna sbattute in un angolo della cucina".    

L'asta - I gioielli vanno all'asta il 23 giugno a Firenze: tra i 43 lotti spiccano una grande spilla a colonna in oro, onice e diamanti; un bracciale a forma di fiocco in oro giallo con diamanti e una grande acquamarina; un altro bracciale rigido di forma geometrica con diamanti firmato Schullin; i bracciali Momolite di J.Rivière; il bracciale a forma di grande diamante in filo di acciaio. 

Tutti i lotti in catalogo saranno esposti a Roma dal 25 al 27 maggio nella sede Pandolfini di Via Margutta 54 e a Milano nella sede di via Manzoni 45 dal 10 al 12 giugno, mentre dal 18 al 22 giugno sarà aperta l'esposizione pre asta nei locali di Palazzo Ramirez-Montalvo a Firenze. 

Donna controcorrente con una grande passione e sensibilità per l’arte e per la moda Marina Ripa di Meana è, forse, spesso ricordata per il suo apparire caratterizzato dalla voglia di ornarsi di accessori eccentrici, insoliti e assolutamente singolari: non vi era red carpet, prima teatrale, sfilata di moda in cui non si presentasse sfoggiando uno dei suoi gioielli stravaganti e fuori misura, forse è più semplice dire esuberanti come lei, che in certi casi erano dei veri oggetti d’arte di design, in altri erano firmati da grandi artisti, gli uni e gli altri erano degli unicum che su di lei diventavano capolavori. 

Pandolfini, si legge in un comunicato, è "orgogliosa di aver avuto l’opportunità di organizzare la vendita e di presentare un catalogo che alterna ai gioielli alcune immagini che ritraggono Marina Ripa di Meana, vivace e luminosa protagonista della vita mondana dagli anni della Dolce Vita romana a quelli social di questi anni 2000". 

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli