Vip contro il randagismo, al via 'Mai più senza di loro'

webinfo@adnkronos.com

Al via la campagna antiabbandono 2020 dell’Oipa, lanciata da sette testimonial d’eccezione: Fulvio Abbate, Ale e Franz, Rosita Celentano, Rita Dalla Chiesa, Gianluigi Nuzzi ed Edoardo Stoppa. Mai più senza di loro è una campagna interattiva, aperta ai contributi di tutti, personaggi noti e semplici cittadini. Chiunque abbia a cuore gli animali può creare un breve videomessaggio e pubblicarlo nei propri social media (Facebook, Twitter, Instagram, TikTok) con l’hashtag #Maipiùsenza e taggando l’Oipa Italia (@oipaonlus). 

"Tutti insieme possiamo lottare contro la piaga del randagismo, troppo spesso trascurata dalle istituzioni. Solo nel 2019 abbiamo soccorso, curato e dato in adozione oltre 3 mila animali: cani, gatti e persino furetti. Tutti abbandonati, tutti senza nessuno. Spesso maltrattati, emaciati, disperati", spiega il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto. "L’abbandono è un reato e un gesto infame, occorre dirlo, ripeterlo, creare una eco. Per questo la nostra campagna vuole essere una cassa di risonanza della sensibilità sociale. Sperando che anche le istituzioni facciano la loro parte e non lascino il problema nelle mani delle associazioni di volontariato e dei singoli cittadini". 

L’Oipa, ricordando che l’abbandono degli animali è punito dall’art. 727 del codice penale con l'arresto fino a un anno o con l'ammenda da mille a 10 mila euro, invita dunque a diventare testimonial della campagna 'Mai più senza di loro' rammentando anche quanto i nostri familiari non umani ci siano stati vicini durante i mesi difficili di lockdown. E’ quel che hanno fatto i personaggi tv che promuovono la campagna, che si è arricchita anche con il contributo dello scrittore Fulvio Abbate e della sua gattina Zuma.  

"Aspettiamo le adesioni di personaggi noti e di tutti coloro che amano gli animali. Aiutateci a combattere il randagismo con un tam-tam virale. Aiutateci a sensibilizzare", è l’appello dell’associazione. 

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.