Virginia Raggi di nuovo davanti ai pm. Bonafede: "Lanzalone? Scelto dalla sindaca"

Huffington Post

A soli tre giorni dalla prima convocazione, Virginia Raggi ritorna di fronte ai pm nell'ambito dell'inchiesta sul nuovo stadio dell'As Roma. La sindaca era stata già ascoltata in qualità di testimone dai magistrati venerdì scorso. Un incontro durato circa 45 minuti, quale persona informata dei fatti, probabilmente per acquisire nuovi elementi alla luce delle ultime informative sul caso Roma.

Durante il colloquio di venerdì scorso, la sindaca avrebbe ribaditoagli inquirenti, così come dichiarato pubblicamente, che la genesi del rapporto con Luca Lanzalone sarebbe legato agli esponenti degli M5S, Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede che glielo avrebbero presentato quando, all'inizio del 2017, si occupavano per il Movimento degli enti locali.

Circostanza alla quale oggi ha risposto il ministro della Giustizia, affermando che l'avvocato "lo ha scelto la sindaca".

I pm, in oltre un'ora di colloquio con la sindaca, hanno provato a capire chi fosse Lanzalone, scelto dalla giunta come presidente di Acea, e hanno sollecitato Raggi sul ruolo dei diversi soggetti coinvolti nella complessa vicenda.

Continua a leggere su HuffPost