Virginia Raggi su tutte le furie, fa fuori 10 giardinieri: "Mele marce"

(AP Foto/Alessandra Tarantino)


“Timbravano il cartellino e invece di lavorare come giardinieri del Comune di Roma 'arrotondavano' lo stipendio curando il verde di giardini privati. Abbiamo licenziato queste mele marce”. Ad annunciarlo è la sindaca di Roma Virginia Raggi.



“Pensate che addirittura utilizzavano gli attrezzi e i mezzi di proprietà comunale. Non solo: timbravano anche i badge dei colleghi assenti. Insomma una vera e propria truffa ai danni di noi cittadini” ha poi spiegato la sindaca, evidentemente furibonda, nel suo post su Facebook.


GUARDA ANCHE: Salvini in piazza contro Raggi: “Dimettiti”. I 5s portano mojito


Raggi ha infine concluso: “Sono partite le procedure di licenziamento per dieci dipendenti del Servizio Giardini di Roma Capitale. Un provvedimento che arriva dopo la sospensione dal servizio e le indagini relative ai reati di peculato, truffa e falsa attestazione. Anche la magistratura sta facendo il suo corso, per quanto attiene il profilo penale. A Roma non c'è spazio per furbetti e illegalità”.


GUARDA ANCHE: Incendio alla Pecora Elettrica, Raggi: potenzieremo illuminazione