Virus aviaria, a Cagliari mobilitazione contro l'abbattimento di volatili

volatili
volatili

Circa 200 volatili saranno abbattuti al parco di Monte Urpinu a Cagliari. L’Asl ha preso questa decisione dopo il ritrovamento di alcuni pavoni morti ed aver scoperto la presenza certa del virus dell’aviaria. Gli ambientalisti non ci stanno e organizzano un sit-in di protesta.

Virus aviaria, a Cagliari mobilitazione contro l’abbattimento di volatili

Un gruppo di ambientalisti ha deciso di protestare contro l’abbattimento di circa 200 volatili al parco di Monte Urpinu di Cagliari. Abbattimento deciso dalle autorità sanitarie in seguito al ritrovamento di alcuni pavoni morti e all’accertamento della presenza del virus dell’aviaria. La Lega antivivisezione (Lav) di Cagliari spiega:L’uccisione non può essere la soluzione universale a questi problemi. Il diritto alla vita è anche degli animali di Monte Urpinu. Esistono altre soluzioni, non cruente e perfettamente applicabili ed efficaci come nel caso analogo del Parco Chico Mendes a Campi Bisenzio dove gli animali sono stati isolati e nessuno è stato abbattuto.”

Le proteste delle associazioni

Anche l’associazione ecologista Grig, Gruppo di intervento giuridico, ha detto la sua sul caso: Sarebbe un’inutile mattanza per scongiurare il rischio di un raffreddore. Inoltreremo un’istanza di accesso civico e informazioni ambientali per comprendere gli effettivi ambiti di un focolaio di influenza aviaria abbastanza singolare. Basti pensare alla banale domanda: come è arrivata lì nel parco comunale di Monte Urpinu, vista l’assenza di rilevanti rischi in Sardegna indicata dal piano nazionale di sorveglianza?”