Virus Cina, Burioni: "Evitare i cinesi non ha senso"

webinfo@adnkronos.com

"E' necessario ribadire che la situazione merita tutta la nostra attenzione e non deve essere sottovalutata, però non ha nessun senso in questo momento evitare i cinesi, i ristoranti cinesi o i quartieri cinesi in Italia". Lo evidenzia il virologo Roberto Burioni sul suo sito di informazione scientifica 'MedicalFacts'. "L'unica cosa che deve essere evitata sono i viaggi in direzione della Cina o in altre zone a rischio". "Dovremmo smettere di parlare di vaccini o farmaci antivirali: a meno di un colpo di fortuna inaspettato (sarebbe a dire un farmaco usato per altri scopi che funziona contro questo virus), dovremo affrontare questa epidemia senza questi aiuti. Se io dovessi decidere dove intensificare gli sforzi della ricerca, farei di tutto per mettere a punto nel più breve tempo possibile un test molecolare per diagnosticare l'infezione che possa essere rapidissimo (ancora più rapido di quello attuale), facile da usare ed economico da produrre". 

"Se riuscissimo ad averlo a disposizione in breve tempo (e secondo me è possibile) - conclude l'esperto - sarebbe un'arma fantastica per fare l'unica cosa fattibile in questo momento: ostacolare la diffusione del virus. Nel frattempo, dobbiamo usare senza ritardi e senza riserve tutto quello che abbiamo. Non consentire al virus di diffondersi in Italia (e più generalmente in Europa) è la priorità assoluta".