Virus Cina, lo sfogo dei crocieristi sui social

webinfo@adnkronos.com

Un vacanza in crociera che potrebbe trasformarsi in un incubo per gli oltre 6000 passeggeri della nave Costa Crociere, ferma al porto di Civitavecchia perché a bordo una coppia di viaggiatori cinesi, moglie e marito, sono in isolamento: la donna ha infatti la febbre. Così è scattato l'allarme sanitario e, purtroppo, anche la paura del contagio da coronavirus tra chi ha condiviso corridoi e ristoranti. E si sfoga sui social: "A Civitavecchia siamo bloccati in nave Costa senza sapere il motivo (ufficialmente)..." scrive un utente Twitter, che posta anche alcune foto dei passeggeri in attesa nei locali della nave: nessuno sembra indossare mascherine protettive.  

L'attesa delle verifiche dei medici arrivati dall'Istituto per le malattie infettive Spallanzani di Roma ha scatenato l'ansia e la paura a bordo della nave e i social network sono diventati l'ancora di salvezza per condividere la situazione di emergenza che si sta vivendo. "Noi siamo a bordo, stanno facendo dei controlli su due passeggeri in infermeria", scrive Antonella sul gruppo Facebook 'Costa Smeralda Fan Club'. Così si crea una catena di commenti e di domande di altre passeggeri. "Io ho appena discusso con la reception perché vogliono farci lasciare la cabina e andare tutti nei punti riunione...ma se c'è un caso di virus è meglio restare nelle cabina??".