Virus in Cina, in quarantena anche la città di Huanggang

Fco

Roma, 23 gen. (askanews) - E' stato disposto l'isolamento di un'altra città della Cina, oltre a Wuhan, per tentare di arginare l'epidemia di un nuovo virus già costato la vita a 17 persone. Il trasporto pubblico smetterà di funzionare dalla mezzanotte di oggi a Huanggang, nella provincia cinese di Hubei, per evitare l'ulteriore diffusione del nuovo ceppo di coronavirus. Lo ha annunciato in una nota l'amministrazione della città, la seconda più grande della provincia con oltre sette milioni di abitanti.

"Dalla mezzanotte del 23 gennaio, il trasporto dei passeggeri attraverso bus e auto sarà provvisoriamente sospeso, come il traffico ferroviario in uscita. I residenti che non hanno esigenze speciali non devono lasciare la città", si legge nella nota.

Ci sono più di 500 casi confermati del virus, che si è diffuso anche all'estero. I Paesi di tutto il mondo hanno annunciato che sottoporranno a screening i viaggiatori alla ricerca di segni di infezione. Wuhan, con i suoi 11 milioni di abitanti, è al centro dell'epidemia e dove si ritiene che abbia avuto origine il virus.