Virus Cina, sindaco Civitavecchia: "Sbarco solo dopo test"

webinfo@adnkronos.com

di Silvia MancinelliUna pec è stata inviata stamattina dal sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco alle autorità competenti "affinché - sottolinea all'Adnkronos - ogni decisione in merito allo sbarco di passeggeri o personale della Costa Smeralda fosse presa solo all’esito della comunicazione delle analisi dall’ospedale Spallanzani. Pur prendendo atto della negata autorizzazione allo sbarco - si legge nella lettera inviata tra gli altri alla Capitaneria di Porto di Civitavecchia, al Ministro della Salute, al Prefetto e al Questore di Roma - in ragione delle mie specifiche prerogative istituzionali connesse alla tutela della sanità e della salute pubblica, sono a chiedervi di confermare la predetta negata autorizzazione allo sbarco/imbarco di alcuno dalla M/N Costa Smeralda fin quando tutti gli accertamenti sanitari svolti e in atto non abbiano avuto una risposta che escluda categoricamente ogni pericolo per la salute pubblica dei miei concittadini". 

 

 

 

Nel primo pomeriggio erano stati autorizzati a sbarcare 1.143 dei 7.000 passeggeri bloccati. A essere autorizzati a lasciare la nave erano stati coloro che hanno concluso la crociera e che sarebbero comunque dovuti sbarcare a Civitavecchia. L'autorizzazione allo sbarco era stata data dalle autorità sanitarie che si stanno occupando del caso.