Virus Cina, studente Shanghai a Malpensa: "Siamo spaventati"

webinfo@adnkronos.com

Alexis Guevara, 22 anni, studia architettura all’Università di Pavia ed è atterrato stamattina a Malpensa da Shanghai dove si trovava da qualche mese per un programma di studio che avrebbe dovuto completare tra quasi un anno. Insieme al papà, che lo è venuto a prendere in aeroporto, indossa la mascherina chirurgica e non sapeva di essere stato così fortunato visto che il suo volo, arrivato allo scalo alle 7.15, era uno degli ultimi prima dello stop deciso dal Governo al traffico aereo con la Cina a causa dell'epidemia del nuovo coronavirus.  

"Ci è voluto un po’ prima di scendere. A uno a uno hanno controllato la temperatura sull’aereo, e poi di nuovo dopo aver controllato i passaporti", racconta all’Adnkronos. A Shanghai, era da una settimana "in isolamento in camera" nel suo campus universitario e "alcune università - racconta - sconsigliano di tornare indietro, alcune non si sono ancora pronunciate. Io, che studio a Pavia, sono tornato". Sul suo volo, tutti indossavano le mascherine.  

"Siamo in quattro in famiglia, sua sorella era preoccupatissima, oggi quasi piangeva, ma tra tutte le sfortune meno male che è qui. Peccato per lui, stava andando bene, era una  bella avventura. Speriamo si risolva tutto", dice il papà prima di prendere la macchina e tornare a casa.