Virus cinese, infettivologi: nessun rischio prevedibile in Italia -2-

Red/Gtu

Roma, 13 gen.(askanews) - Ma quali sono i rischi effettivi in Italia? Né l'Oms, né i Cdc hanno ritenuto necessario prendere provvedimenti particolari. L'epidemia, se verrà confermata la scarsa attitudine del virus alla trasmissione interumana, potrebbe, infatti - sottolinea la Simit - rimanere circoscritta ad una diffusione locale e solo episodica. "Siamo tuttavia di fronte alla conferma che lo scrigno di Pandora è sempre colmo e che riserva continue sorprese - evidenzia il Galli, e "il fenomeno sarà comunque meritevole di un'attenta sorveglianza".

In Italia, i reparti di malattie infettive garantiscono la presenza sul campo di una rete di specialisti in grado di identificare precocemente il manifestarsi di nuove infezioni. "E - conferma Marcello Tavio presidente Simit - anche se non abbiamo elementi per pensare che questo nuovo virus possa significativamente coinvolgerci, il mantenimento di questa rete è comunque importante come strumento di protezione per la popolazione tutta".(Segue)