Virus, irlandese ricoverato a Spallanzani era su nave Msc

webinfo@adnkronos.com

di Silvia MancinelliL'irlandese ricoverato in rianimazione all'Istituto Spallanzani di Roma dalla tarda serata di ieri, e poi risultato negativo al test per il coronavirus, era a bordo della nave da crociera Msc Grandiosa attraccata alle 7,30 di ieri al porto da Civitavecchia. Proveniente da Genova e partita poi per Palermo, dove attualmente si trova, viaggia con oltre 6.000 passeggeri dei quali 371 di nazionalità cinese esaminati da personale dell’Usmaf (sanità marittima). A questi ultimi, pur non presentando sintomi in seguito ai controlli medici eseguiti a bordo, non sarebbe stato autorizzato lo sbarco né sarebbero stati imbarcati altri passeggeri cinesi, che pure si erano presentati sotto bordo. La nave è ripartita ieri alle 19, con un'ora di ritardo rispetto al previsto. 

A Civitavecchia, tuttavia, sarebbero stati fatti sbarcare tutti gli altri passeggeri, compreso il turista irlandese affetto da sindrome da vomito e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo di Civitavecchia da un'ambulanza del 118. Solo a quel punto sarebbe emersa una polmonite che ha fatto scattare, su indicazione dell’Istituto Spallanzani, la profilassi prevista dal coronavirus. Il crocierista è stato quindi trasferito allo Spallanzani di Roma d’urgenza, solo a quel punto con importanti misure di sicurezza sanitaria e personale adeguatamente schermato, dove è tuttora ricoverato.