Virus, Oms ai giovani: attenti non siete invincibili

vgp
·1 minuto per la lettura

Roma, 30 lug. (askanews) - giovani "non sono invincibili" di fronte al Covid-19 e devono prendere "le stesse precauzioni del resto della popolazione per proteggere se stessi e gli altri", questo l'allarme lanciato oggi dal Direttore Generale dell'Organizzazione Mondiale del salute (OMS). "L'abbiamo detto e lo ripetiamo: i giovani possono essere infettati, i giovani possono morire e i giovani possono trasmettere il virus", ha martellato il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus durante una conferenza stampa. "Sembra che i rimbalzi dei casi in alcuni paesi siano in parte dovuti ai giovani che hanno abbassato la guardia durante l'estate nell'emisfero settentrionale", ha detto il capo dell'Oms. Le discoteche, in particolare, sono "amplificatori della trasmissione del virus", ha aggiunto il funzionario dell'OMS Maria Van Kerkhove. "I giovani dovrebbero essere in prima linea nel cambiamento" nei nuovi atteggiamenti sociali indotti dalla pandemia - distanziamento fisico, lavarsi le mani, indossare una maschera quando il distanziamento è impossibile ... - ha insistito il dott. Tedros. Focolai di casi di coronavirus sono stati osservati in particolare nei paesi europei, dove i giovani in vacanza vanno al bar o organizzano feste in spiaggia. In Canada, le persone di età inferiore ai 39 anni costituiscono una chiara maggioranza dei nuovi casi di Covid-19, hanno avvertito le autorità sanitarie del paese lo scorso fine settimana. La pandemia ha ucciso quasi 670.000 persone in tutto il mondo e oltre 17 milioni di casi sono stati diagnosticati dalla fine di dicembre. Community