Virus, Ong alla Grecia: garantire salute migranti -4-

vgp

Roma, 24 mar. (askanews) -

Se e quando si verificasse, una quarantena che intrappolasse migliaia di persone sane in campi affollati accanto a persone positive, aggiunta all'assenza di un'adeguata e appropriata presenza di personale medico, provocherebbe quasi certamente la morte evitabile di numerose persone.

Le 21 organizzazioni chiedono pertanto al governo greco di adottare le seguenti misure per ridurre il rischio di contagio da Covid-19 nei Cai e per contribuire a proteggere la salute pubblica collettiva:

- trasferire le persone che si trovano attualmente nei Cai in strutture più piccole situate sulla terraferma, come appartamenti e alberghi, prendendo tutte le misure necessarie per uno spostamento sicuro. In questo modo il governo potrà seguire le linee-guida contro la diffusione del Covid-19. Dovrà essere data priorità agli anziani, ai malati cronici e a quelli che versano in condizioni di salute critiche, ai disabili, alle donne incinte, alle neo-mamme e ai loro bambini, ai bambini e ai minori non accompagnati; - adottare misure speciali per garantire accesso universale e libero ai servizi di salute pubblica per i migranti, i richiedenti asilo e i rifugiati, senza alcuna discriminazione e compresi i tamponi e le cure per i positivi al Covid-19; (Segue)