Virus, Salvini: "Isolare gli alunni? Cautela ovvia"

webinfo@adnkronos.com

"Quando c’è di mezzo la salute dei cittadini, che abbiano 3 anni o 80 anni, mi sembrano cautele assolutamente ovvie. Che chi ritorna da una zona contagiata da quella che l’Oms definisce un’epidemia a livello planetario debba avere qualche giorno di osservazione medica è come dire che oggi è martedì, mi sembra una banalità". A dirlo è stato il leader della Lega, Matteo Salvini, a proposito della lettera inviata dai governatori leghisti del Nord al ministero della Salute per chiedere di isolare gli alunni di ritorno dalla Cina.   

"Se io torno da una zona di guerra - ha aggiunto - per la salute pubblica di chi mi circonda e mia stessa avere qualche giorno di osservazione medica mi sembra banale. Non vedo nulla di eccezionale, tranne per chi vuole fare polemica ogni giorno".