Virus trasmesso dalle zanzare, 3 vittime in Usa: un 14enne è grave

virus zanzare

Si chiama encefalite equina orientale (EEE) il virus trasmesso da zanzare infette che sta disseminando il panico negli Stati Uniti. Dall’inizio del mese di agosto, infatti, sarebbero già tre le vittime accertate. L’ultima, in ordine cronologico, è una ragazzina 14enne del Michigan, che in questo momento è in pericolo di vita– Gli esperti, però, avvisano la popolazione: “Ecco cosa fare per proteggersi: non uscire al tramonto e all’alba“.

Virus trasmesso dalle zanzare

La popolazione statunitense sta vivendo giornate di panico per il virus trasmesso da zanzare infette che ha colpito il Michigan e il New Jersey. In questi stati, infatti, la autorità hanno lanciato l’allarme di possibile contagio: si chiama encefalite equina orientale. Nel 30% dei casi, secondo gli esperti, il virus si presenta in maniera letale. I sintomi che si possono riscontrare sono: edemi cerebrali incontrollabili, dolori, epilessia, insufficienza respiratoria, coma. Nell’ultimo mese, secondo quanto riportano alcuni dati, le persone colpite sarebbero 3, mentre una ragazzina di 14 anni del Michigan si trova in pericolo di vita. Anche una donna in Massachussets, inoltre, è deceduta dopo aver contratto il virus letale. Il consiglio degli esperti è quello di evitare di uscire al tramonto e all’alba, momenti in cui le zanzare sono attive. Inoltre, è bene preservare la pelle e i vestiti, anche dei propri animali, con spray anti insetti. La paura ha colpito anche New York e la Florida.

Ragazzina di 14 anni gravissima

Come accennato, una ragazzina di 14 anni del Michigan sta lottando tra la vita e la morte. Savannah DeHart, infatti, ha cominciato a lamentare un forte mal di testa che si è rivelato grave. La 14enne è stata ricoverata in ospedale e fatica a respirare. Altre tre persone, invece, sono già decedute a causa del virus. L’ultima vittima è orta proprio questa settimana: Laurie Sylvia, di 59 anni.

Encefalite Equina Orientale, sintomi

La sintomatologia dell’encefalite equina è molto difficile da accertare in quanto simile ad altre malattie. Il virus, trasmesso da zanzare infette, venne scoperto negli Usa nel 1831, quando 75 cavalli morirono proprio di encefalite acuta. I primi sintomi, rivelano gli esperti, sono febbre alta, dolore muscolare, stato mentale alterato. E ancora: mal di testa, irritazione meningea, fotofobia e convulsioni. I forti danni cerebrali che comporta, però, possono causare nel paziente disturbi della personalità, paralisi, convulsioni e menomazione intellettuale. Inoltre, si contano almeno 4-5 casi all’anno negli Usa: la malattia è molto rara.