Visco: ridurre ancora spread, serve politica bilancio prudente

Glv

Roma, 12 lug. (askanews) - Il calo dello spread Btp-Bund deve continuare ed è necessario quindi confermare "l'orientamento prudente della politica di bilancio". Lo ha sottolnieato il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, secondo cui "con la decisione della commissione europea di non raccomandare l'avvio di una procedura per disavanzo eccessivo, a seguito della riduzione dell'indebitamento netto atteso per l'anno in corso, il differenziale di rendimento tra le obbligazioni pubbliche decennali del nostro paese e quelle tedesche è sceso ulteriormente, al di sotto, ieri, dei 200 punti base".

"Per consolidare questi risultati - ha spiegato Visco all'assemblea annuale dell'Abi a Milano - e ridurre ulteriormente il costo del debito pubblico l'orientamento prudente della politica di bilancio andrà confermato in un quadro di più lungo periodo. Se il calo dello spread continuasse e il costo del debito scendesse sotto il tasso di crescita nominale del Pil, come già è avvenuto negli altri paesi dell'area euro, sarebbe più facile ridurre l'incidenza del debito sul prodotto".

"Il riassorbimento dello spread - ha aggiunto il governatore - attenuerebbe anche i rischi per le condizioni di accesso al credito. Le tensioni sui titoli del debito pubblico hanno depresso le quotazioni obbligazionarie private e i corrispondenti prezzi di emissione, specialmente per le banche".